Menu

CAS.SA. COLF: NUOVE PRESTAZIONI

CAS.SA. COLF: NUOVE PRESTAZIONI

Da luglio 2021 la CASSA COLF ha ampliato le prestazioni a favore dei datori di lavoro domestici.

Le due novità riguardano:

Contributo per la non autosufficienza

Il rimborso (300 euro al mese per un massimo di 12 mensilità consecutive) viene erogato per coprire le spese documentate ed effettivamente sostenute per il pagamento dei contributi previdenziali e/o della retribuzione della badante. Il contributo spetta ai datori di lavoro domestico con patologie certificate di non autosufficienza permanente che abbia iniziato a versare il contributo CASSA Colf prima del compimento dei 67 anni. Viene riconosciuto lo stato di non autosufficienza al datore che si trovi nell’impossibilità di poter effettuare da solo atti elementari della vita quotidiana riferiti ad esempio all’igiene personale e all’alimentazione. La valutazione del grado di autonomia e della perdita di autosufficienza dovrà essere attestata dal medico. I tre requisiti essenziali per poter avere questo aiuto economico è che il richiedente (nonché datore di lavoro):

  • non deve ancora aver compiuto 67 anni al momento dell’iscrizione alla CASSA COLF
  • non deve avere pregresse condizioni di non autosufficienza
  • almeno 1 anno di contribuzione Cassa Colf continuativa (con importo totale di almeno 25 euro)

Rimborso spese in caso di maternità della lavoratrice

Il rimborso spese (300 euro annui per ogni lavoratore assunto in sostituzione) viene erogato ai datori che hanno assunto un domestico sostituto in caso di maternità della colf, badante o baby sitter titolare. Il richiedente deve presentare documentazione che attesti l’avvenuta assunzione del lavoratore sostituto (lettera di assunzione, denuncia di instaurazione rapporto INPS, prospetti paga e/o ricevute di pagamento bollettino trimestrale INPS) ed avere almeno 1 anno di contribuzione Cassa Colf continuativa.

Già previste precedentemente: la Responsabilità Civile verso Terzi nel caso in cui il proprio dipendente causi danni a persone terze o cose durante lo svolgimento del proprio lavoro e responsabilità civile in caso di Rivalsa Inail.

Al fine di offrire un servizio sempre più accurato e mirato a supportare le necessità dei datori di lavoro domestici, Acli Service ha sviluppato un nuovo Servizio Assicurativo per Colf e Assistenti Familiari teso ad ampliare le coperture assicurative di base offerte dalla Cassa Colf, a costi molto contenuti. Per informazioni nel merito, può essere chiesto un appuntamento con il nostro esperto tel. 04221836144

Si fa presente che i lavoratori domestici hanno una possibilità di rimborsi e prestazioni molto ampi.

Si va dalla possibilità di chiedere rimborsi in caso di ricoveri ospedalieri, alla possibilità di avere dei rimborsi su ticket pagati per visite o esami specialistici, al riconoscimento di rimborso in caso di prestazioni psicologiche o trattamenti fisioterapeutici. Senza trascurare il contributo maternità di 500 euro alle lavoratrici iscritte, in caso di nascita di un figlio.

I lavoratori domestici inoltre potranno attraverso UniSalute richiedere prestazioni erogate dalle strutture convenzionate senza trascurare le prestazioni odontoiatriche.

I rimborsi COVID-19 legati a periodi di quarantena o ricovero si potranno chiedere fino al 31 Ottobre 2021.

Per informazioni sulle prestazioni cassa colf consultare il sito www.cassacolf.it oppure chiamare tel 06.85358034- 06.85358048 mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira