Menu

Anche le Acli al prossimo Festival BiblicoIn evidenza

Anche le Acli al prossimo Festival Biblico

Anche le Acli del Veneto partecipano e patrocinano due dei più importanti appuntamenti del prossimo festival biblico 2021.

Sabato 26 giugno ore 9.30, Chiostro del Palazzo Vescovile, Vicenza
UGUAGLIANZA, DISUGUAGLIANZA
La prospettiva dell'economia

con Alessandra Smerilli (economista, Sotto-Segretario presso il Dicastero per la Promozione dello Sviluppo Umano Integrale), Andrea Garnero (economista del lavoro presso la Direzione per l'Occupazione, il Lavoro e gli Affari Sociali dell'OCSE a Parigi). Porta i saluti introduttivi Carlo Cavedon, presidente Acli Vicenza. Modera Giorgio Zanchini.

Un’economia fondata sulla carità e sulla fratellanza è il tema dell’enciclica Fratelli tutti, ma è sempre di più una questione centrale dell’analisi economica, anche nella versione più classica. La visione un po’ semplicista di una scienza economica fondata esclusivamente su un homo oeconomicus che massimizza il proprio guadagno in un mondo in concorrenza perfetta non riflette lo stato attuale della ricerca di settore.

Sempre di più, l’economia si occupa di mercati che sono strutturalmente imperfetti e in cui gli “agenti” (persone e imprese) non si preoccupano solo di massimizzare la propria utilità.

Uno scenario peraltro aggravato dalla pandemia che ha messo in evidenza il divario economico, digitale e di accesso alle informazioni tra le persone. Le questioni della fratellanza, che in economia si possono legare in particolar modo alle questioni distributive e di disuguaglianza, fanno sempre più parte della ricerca economica ed è per questo che abbiamo sentito l'urgenza di porre la questione al centro del dibattito della XVII ed. del Festival Biblico.


 

Venerdì 25 giugno ore 18, piazza Ceneda, Piazza papa Giovanni Paolo 1, Vittorio Veneto
AMICIZIA SOCIALE
Dialogo fra un economista e una filosofa sull’Enciclica Fratelli tutti

con Roberta De Monticelli (filosofa), Giacomo Costa (economista, saggista). Porta i saluti introduttivi Alessandro Pierobon, presidente Acli Treviso. Introduce Elena Casagrande.

Di cosa parla la Fratelli tutti? Parla forse meno di Dio e dell’anima, che di un mondo misurato in lungo e in largo dai piedi di questo papa, un mondo di cui gli sono rimaste nell’orecchio tutte le grida e i lamenti, le parole smozzicate di quelli che si sono lasciati strappare l’anima, la cultura, la lingua, e il silenzio di chi affoga, ma anche il brusio informe e indiscreto dei social. Il dialogo parlerà dell’uno e dell’altro Francesco, del filo che li unisce e delle cose che li separano, dell’effetto della parola di questo papa su chi non è “di dentro” ma prova ad ascoltare.

Si affronterà il contesto delle encicliche ed in particolare della Rerum Novarum; l’Economia Politica e due grandi dottrine cristiane: la terra come dono collettivo e il decreto di Graziano.

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira