Menu

Il circolo di Cornuda per l'emergenza balcanica

Il circolo di Cornuda per l'emergenza balcanica

Il Circolo Acli di Cornuda, insieme a diverse altre realtà del territorio, aderisce alla raccolta per l'emergenza balcanica lanciata da Ipsia e Caritas.

A pochi chilometri dal confine italo-sloveno, si sta consumando una tragedia silenziosa che coinvolge donne, uomini e bambini abbandonati nel gelo invernale delle montagne bosniache. I migranti disperati che percorrono la "Rotta dei Balcani" vengono respinti con violenza e pestaggi, distruzione di documenti e smartphone.

Volontari italiani sono presenti per garantire una minima dignità a degli esseri umani.

Consapevoli che il problema delle migrazioni non si risolve nei campi profughi, ma coscienti che queste persone oggi si trovano al freddo e in gravi condizioni igienico-sanitarie, le nostre associazioni hanno deciso di aderire alla campagna di Caritas Italiana e Ipsia Acli insieme a Caritas di Bosnia ed Erzegovina.

Tutti i riferimenti per la donazione nel volantino allegato

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira