Menu

A Tirana per un turismo responsabile

Iniziativa per ricordare il centenerio dello scoppio della prima guerra mondialeIniziativa per ricordare il centenerio dello scoppio della prima guerra mondiale

Tirana e Albania. La prima guida di turismo responsabile per i viaggiatori italiani
Consiglio di lettura per l'estate da Ipsia

Grazie alla collaborazione tra l’antropologo Francesco Vietti e Benko Gjata, giornalista e direttore del Centro di Cultura Albanese, il volume presenta ai lettori un ritratto completo del paese, con un ampio approfondimento sulla capitale Tirana, una serie di gite giornaliere e di itinerari di più giorni che abbracciano l’intero territorio albanese.

Unico nell’attuale panorama editoriale, il volume intende presentare al pubblico italiano una destinazione alternativa, vicina ed economica per le proprie vacanze, un Paese che si sta rapidamente affermando come nuova destinazione turistica grazie alle sue bellezze naturali e alle testimonianze artistiche della sua storia unica nel panorama europeo.

Pensata per chi vuole scoprire Tirana e l’Albania al di là dei luoghi comuni, la guida accompagna alla scoperta di un Paese che è da sempre un ponte tra Occidente e Oriente, terra di dialogo tra religioni e di sintesi tra i Balcani e il Mediterraneo. Un Paese che storicamente ha sviluppato forti legami con l’Italia, grazie alla vicinanza geografica e culturale e che, seppur ancora poco conosciuto dai turisti italiani, riserva sorprese e continue emozioni ai viaggiatori.

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira