Menu

Buoni postali serie BA-1998

Buoni postali serie BA-1998

Secondo la giurisprudenza ormai consolidata della Corte di Cassazione per i buoni postali fruttiferi emessi tra il 1973 e il 1999 era consentito modificare i rendimenti successivamente all'emissione mediante decreto ministeriale; tuttavia nel caso in cui siano riportati nei buoni rendimenti diversi rispetto a quelli del precedente decreto istitutivo dei titoli stessi, devono ritenersi prevalenti le condizioni riportate nello stampato, essendo implicita la volontà delle parti di derogare alla disciplina ministreiale.

Per i buoni della serie BA con durata di quattrodici anni emessi per l'interno anno 1998 Poste Italiane ha utilizzato in molti casi gli stampati della precedente serie AF per la quale erano previsti rendimenti maggiori.

I rendimenti dovuti da Poste sono quelli della più redditizia serie AF: ad esempio per un buono da un milione di lire dovrà essere riconosciuto un importo di euro 1.355,71 anzichè quello di euro 90.,805 corrisposto da Poste.

Ciò perchè i buoni della serie BA sono stati istituiti con D.M. del Tesoro del 24.12.1997; di conseguenza i titoli avrebbero dovuto essere emessi utlizzando stampati conformi ai rendimenti già vigenti.

Occorre precisare che il termine di prescrizione di cinque anni indicato sul retro dei titoli è stato esteso a dieci anni ed è pertanto ancora possibile per coloro che hanno accettato un importo inferiore rispetto a quello dovuto ottenere quanto di loro spettanza.

Silvia Illuminati, Lega Consumatori Treviso

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira