Menu

Tre domande per Laura Vacilotto, presidente provinciale AcliIn evidenza

Tre domande per Laura Vacilotto, presidente provinciale Acli

"Tenere insieme la dimensione dei servizi con quella associativa, benchè consapevoli che senza la possibilità di fare aggregazione la seconda vive un tempo di grande fatica". Ecco una delle sfide che più presidiano le nostre Acli di Treviso.

"Probabilmente questa pandemia ci può insegnare che non c'è nulla di nuovo da costruire in senso assoluto ma servano modi nuovi per fare le Acli. Come? Con la capacità di essere interlocutori credibili, di fare sintesi, di mediare risposte immediate e progetti a medio e lungo termine, cercando di tradurre con competenza intuizioni e idee". C'è molto bisogno di Acli, nel territorio, con le persone, nel mondo del terzo settore.

Tre domande a Laura Vacilotto, presidente provinciale Acli di Treviso, per #lostatodellecose di Acli nazionali.

Video

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira