Menu

Buono libri della Regione Veneto: via alle domande fino al 15 ottobre

Buono libri della Regione Veneto: via alle domande fino al 15 ottobre

La Regione del Veneto ha approvato il bando per la concessione del contributo “Buono-libri e contenuti didattici alternativi” per l’anno scolastico formativo 2018/2019 a favore delle famiglie degli studenti residenti nella Regione Veneto.

Le domande dovranno essere presentate dal 14 settembre 2018 e fino alle ore 12.00 del 15 ottobre 2018, secondo le modalità previste dal bando, pubblicato sul sito della Regione.

Acli Service Treviso gestirà le domande su appuntamento: contattaci al numero 0422 1836144 per avere maggiori informazioni.

Come funziona

Il contributo può essere richiesto per le seguenti spese:

  • Acquisto dei libri di testo, contenuti didattici alternativi indicati dalle Istituzioni scolastiche e formative nell’ambito dei programmi di studio da svolgere presso le medesime
  • Acquisto di dotazioni tecnologiche (personal computer, tablet, lettori digitali) fino ad un massimo di euro 100,00. 
  • Sono esclusi i dizionari, gli strumenti musicali, il materiale scolastico (cancelleria, calcolatrici, stecche ecc..).

Possono richiederlo le famiglie degli studenti residenti nel Veneto che frequentano nell’anno 2018/2019:

  • Istituzioni scolastiche: secondarie di I o II grado, statali, paritarie, non paritarie (incluse nell’Albo regionale delle “Scuole non paritarie”);
  • Istituzioni formative accreditate dalla Regione del Veneto, che svolgono i percorsi triennali o quadriennali di istruzione e formazione professionale, compresi i percorsi sperimentali del sistema duale e attivati in attuazione dell’Accordo in Conferenza Stato-Regioni del 24/09/2015;

e che hanno il seguente ISEE 2018:

  • Fascia 1: da euro 0 a 10.632,94 – contributo concesso fino al 100% della spesa, compatibilmente con le risorse disponibili;
  • Fascia 2: da euro 10.632,95 a 18.000,00 – contributo concesso in base alla proporzione tra la spesa e le risorse disponibili;
  • La spesa per le dotazioni tecnologiche può essere riconosciuta esclusivamente agli studenti che rientrano nell’obbligo di istruzione (fino al II anno delle Istituzioni: scolastiche statali, paritarie, non paritarie e formative accreditate dalla Regione Veneto)

Per saperne di più, clicca qui per visitare il sito della Regione.

Fonte: Regione Veneto

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira