Menu

Modello 730 in volata fino al 23 luglio: ecco le scadenze

Modello 730 in volata fino al 23 luglio: ecco le scadenze

Il 730 si avvia ad entrare nel suo periodo più caldo e delicato, quello dove contribuenti e operatori fiscali tirano le somme sui dichiarativi inerenti al 2017. È bene quindi fissare i passaggi-chiave che segneranno quest’ultimo mese di campagna fiscale.

Per prima cosa – forse non tutti ne sono al corrente – c’è la possibilità di modificare la dichiarazione eventualmente già elaborata dal CAF laddove, nel frattempo, ci si sia accorti di aver dimenticato qualcosa nella documentazione esibita all’operatore: magari una CU (se si sono svolti più lavori nel corso dell’anno d’imposta), oppure qualche fattura o scontrino di spese sostenute nel 2017 per cui spetterebbe una detrazione o una deduzione. In pratica basterà far presente al CAF la dimenticanza e chiedere l’integrazione del modello prima ancora che sia inviato all’Agenzia delle Entrate. A seguito quindi della modifica, non resterà traccia alcuna degli errori sul modello originario. Quindi niente paura!

Arriviamo così al 29 giugno, data entro la quale, laddove il 730 fosse stato presentato entro il 22 giugno, il contribuente riceverà dal CAF la copia definitiva del suo modello e del relativo prospetto di liquidazione (730-3), vale a dire il prospetto ultimativo della dichiarazione sul quale viene riportato il risultato contabile di credito o di debito.

Idem per il 7 luglio. Entro questa data, infatti, i contribuenti riceveranno la copia dei 730 e dei relativi prospetti di liquidazione relativi alle dichiarazioni presentate dal 23 al 30 giugno.

Dopodiché si andrà comunque avanti fino al 23 luglio, data ultima di scadenza per la presentazione al CAF del 730. Per “presentazione” intendiamo ovviamente la consegna dei documenti e delle fatture sulla base dei quali sarà poi il CAF a elaborare il modello. È chiaro che, essendo il 23 luglio anche la data ultima per la consegna telematica del 730 all’Agenzia delle Entrate, i contribuenti che dovessero spingersi fino a quel giorno, consegneranno al CAF i documenti, le fatture e gli scontrini, e il CAF il giorno stesso elaborerà il modello, lo spedirà all’amministrazione e consegnerà la copia della dichiarazione al contribuente.

Sempre entro il 23 luglio, lo stesso CAF consegnerà le copie dei modelli, e dei relativi prospetti di liquidazione, delle dichiarazioni presentate nel periodo dal 1° al 23 luglio.

Ti ricordiamo che puoi usufruire della nostra consulenza fiscale contattando la sede Acli Service Treviso più vicina, prenotando un appuntamento online, oppure registrandoti al sito Il730.Online.

Fonte: mycaf.it

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira