Menu

Contro le discriminazioni: percorso di formazione per dipendenti pubbliciIn evidenza

Contro le discriminazioni: percorso di formazione per dipendenti pubblici

I dati, ma anche la prassi comune, collocano il Veneto al sesto posto per numero di segnalazioni di discriminazione ritenute pertinenti, e fanno emergere il bisogno di approfondimento e conoscenza del fenomeno migratorio dal punto di vista giuridico, della mediazione culturale, della prassi sociale. 

Attraverso il progetto RECORD, l’Osservatorio Regionale Antidiscriminazione ha incaricato la Rete Territoriale – di cui le Acli fanno parte – di realizzare percorsi di qualificazione di 4 ore ciascuno, rivolti ai dipendenti della Pubblica amministrazione. 

A Treviso sarà organizzato un percorso, con l’obiettivo di favorire l’aggiornamento sulle conoscenze in materia di discriminazione, oltre a diffondere strumenti di facilitazione adeguati per svolgere il proprio lavoro con un’utenza sempre diversa e in un contesto sociale in continuo mutamento.

Il corso si terrà il 26 febbraio, dalle 14.30 alle 18.30, presso le aule del Centro don Ernesto Bordignon (via Bassano 16, Castelfranco Veneto).
L’evento formativo è in fase di accreditamento presso l’Ordine Assistenti Sociali del Veneto. 
Scadenza per le adesioni: 19 febbraio 2018. 

Programma  

Migrazioni e discriminazione, con Laura Vacilotto, presidente provinciale Acli Treviso.

Approfondimento legislativo, con Silvia Gottardo, responsabile Servizio Immigrati Patronato Acli Treviso.

Gestione dei conflitti e mediazione sociale, con Stefano Bravin e Luca Piazzi, Ipsia Acli.

Scarica il volantino con i dettagli e la scheda di iscrizione in fondo a questa pagina.

Per informazioni

Acli provinciali di Treviso
Segreteria tel. 0422 56340, 0422 1836144
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira