Menu

Football No Limits 2017 in Bosnia: il video

Football No Limits 2017 in Bosnia: il video

Sotto il cielo di Football No Limits, tutti i campi da calcio sono senza confini. La scorsa estate un tour di campus sportivi itineranti ha fatto tappa in 6 diverse città della Bosnia Erzegovina. Ventuno tra volontari bosniaci e italiani, allenatori e preparatori tecnici, e quasi mille i bambini che hanno giocato sui campi di Fooball No Limits 2017, in quella che è stata la seconda edizione del progetto realizzato nei Balcani dall'ong Ipsiacon il supporto dell’Us Acli e di partner locali.

L'obiettivo? Tra il campetto di paese e l'erba ingiallita del terreno di gioco, lo sport e il calcio sono uno dei pochi linguaggi universali in grado di superare ogni tipo di differenza e favorire l'integrazione. Anche in Bosnia Erzegovina, dove le fratture sociali e le carenze strutturali sono numerose, Football No Limits crede che il calcio possa tornare a unire e sostiene la ricostruzione di un tessuto associativo tra le generazioni più giovani. Senza barriere. Senza confini.

Ecco cos'è stato: il video

La carovana 2017 è condensata nei pochi secondi di questo video (disponibile in fondo alla pagina), che chiude così la propria – personalissima e sicuramente vincente  stagione calcistica in attesa delle novità per il 2018.

Per saperne di più

Sul nostro sito, puoi leggere anche il nostro racconto "a caldo" al rientro della carovana: "Football No Limits in Bosnia Erzegovina: sport senza confini", e il nostro approfondimento su cosa rappresenta il calcio nei Balcani e in Bosnia Erzegovina: "Il calcio che unisce, anche nei Balcani".

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira