Menu

Tempo di ferie anche per i lavoratori domestici

Tempo di ferie anche per i lavoratori domestici

E’ arrivata l’estate e con essa le ferie tanto attese per molti lavoratori.

Anche i lavoratori domestici sia colf che assistenti familiari (badanti) hanno diritto a godere di un periodo di ferie.

Il Contratto Collettivo Nazionale  Lavoro domestico approfondisce il tema all’art. 18.

Uno dei primi aspetti che ci evidenzia il CCNL è che il datore di lavoro (famiglia) compatibilmente con le proprie esigenze e con quelle del lavoratore, dovrà fissare il periodo di ferie, salvo accordo diverso tra le parti,  nel periodo tra giugno e settembre di ogni anno.

Per tutti i contratti domestici, sia quelli che prevedono la convivenza che per quelli ad ore, indipendentemente dall’orario di lavoro, sono previste 4 settimane e due giorni di ferie annuali (1 mese).  Le ferie sono retribuite con la normale paga prevista dal contratto firmato e sottoscritto da ogni singolo lavoratore.

I lavoratori conviventi che non alloggiano presso il datore  di lavoro durante il  periodo di ferie avranno diritto all’indennità di vitto e alloggio per ogni giorno di ferie goduto pari a 5,61 euro.  Per cui risulta che una assistente familiare convivente nel mese di ferie percepisce circa 150 euro in più rispetto agli altri mesi.

I periodi di ferie devono avere un carattere continuativo così da permettere il recupero psicofisico dei lavoratori e devono essere goduti per almeno due settimane nell’anno di maturazione. I restanti giorni vanno goduti entro i 18 mesi successivi.

L’unica eccezione prevista dal CCNL riguarda i lavoratori stranieri che possono accumulare le ferie di un biennio per potersi poi recare nei luoghi di origine per due mesi continuativi.

I periodi di ferie si concordano con i datori di lavoro, non sono decisi esclusivamente dai lavoratori.

Le ferie sono un diritto irrinunciabile e non si possono indennizzare economicamente senza essere state godute.

Alla chiusura di un contratto le ferie maturate e non godute da un lavoratore saranno pagate nell’ultimo prospetto paga di chiusura contratto.

Le ferie non possono essere godute durante i periodi di preavviso e di licenziamento e nemmeno durante i periodi di malattia o di infortunio.

Succede spesso che i lavoratori chiedano di poter assentarsi dal posto di lavoro per un periodo superiore al periodo di ferie maturato. In questo caso sarà il datore di lavoro a concedere o meno la possibilità di assenza più lunga. L’assenza oltre le ferie non è retribuita.

La richiesta di assenza ulteriore il periodo di ferie è necessario sia formulata per iscritto perché coinvolge anche la contribuzione da versare all’Inps.

 

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira