Menu

CILS: le date 2019 per il livello "B1 Cittadinanza"In evidenza

CILS: le date 2019 per il livello "B1 Cittadinanza"

Nuove possibilità di sostenere l'esame CILS (certificazione dell'italiano come lingua straniera) per il livello "B1 cittadinanza", valido ai fini dell'ottenimento della cittadinanza italiana.

Il Patronato Acli e l'Università per stranieri di Siena hanno inserito in calendario le seguenti date per sostenere la sessione d'esame:

  • 25 luglio 2019 
  • 24 ottobre 2019
  • 3 dicembre 2019

Per gli altri livelli linguistici e le altre sessioni è confermato il calendario 2019, disponibile a questo link.

Gli esami si svolgono presso la sede delle Acli provinciali di Treviso, seguendo un calendario unico a livello nazionale.

A cosa serve la certificazione CILS "B1 Cittadinanza"

Il CILS "B1 Cittadinanza" si rivolge direttamente a chi deve presentare la documentazione per le pratiche relative alla richiesta di cittadinanza.

A differenza degli altri livelli (o del livello B1 "standard"), non si tratta di una certificazione che trova efficacia ai fini scolastici, lavorativi o accademici: le prove d'esame sono diverse e hanno costi differenti.

Come iscriversi

Attenzione: l'iscrizione deve essere effettuata almeno 40 giorni prima della data della sessione d’esame.

Sede di esame: Treviso, viale della Repubblica 193/A

Per informazioni, costi e iscrizioni
tel. 0422 543640 - 0422 1836144
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Indicazioni per eseguire il bonifico
Beneficiario: Patronato Acli
Iban: IT39 J030 6912 0801 0000 0003 560
Causale: esame CILS (indicare la data in cui si intende sostenere l’esame) 

Una volta effettuato il bonifico, è necessario inviare all'email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la copia della ricevuta, copia del permesso di soggiorno e la scheda di iscrizione compilata (scaricabile sul sito in fondo a questa pagina).

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira