Menu

Volontariato internazionale: aperte le iscrizioni a Terre e Libertà 2019

Volontariato internazionale: aperte le iscrizioni a Terre e Libertà 2019

Sono aperte le iscrizioni ai campi di volontariato all’estero organizzati nei mesi estivi da IPSIA, l'Ong delle Acli!

Terre e Libertà è un progetto di mobilità giovanile, un’esperienza di volontariato internazionale che unisce persone diverse intorno ad un fine comune offrendo la possibilità di vivere un’esperienza di formazione sul conflitto, sullo sviluppo esulla cooperazione.

Le destinazioni e le scadenze

100 circa i posti disponibili per il progetto Terre e Libertà 2019.

Campi di animazione tradizionale e sportiva con ragazzi dai 6 fino ai 14 anni, in diverse località e in 6 Paesi: Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Kenya, Mozambico, Senegal.

Visita il sito www.terreliberta.org per maggiori dettagli.

L’età minima per partecipare è di 18 anni per i campi europei, mentre per i campi extra-europei si richiedono almeno 22 anni di età.

I campi durano da due settimane a venti giorni. Le partenze sono previste a luglio e agosto e i costi sono a carico dei volontari. Le iscrizioni chiudono il 26 aprile per le destinazioni in Africa, il 7 giugno per i campi in Europa. 

Cosa c'è nell'estate di Terre e Libertà?

Come volontario, ti potrai sperimentare in campi di animazione tradizionale (Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Kenya, Mozambico e Senegal) caratterizzata da attività come ban, giochi di cerchio, giochi a squadre, laboratori creativi, corsi di lingua, danza e altro ancora. 
 
In più un campo di animazione sportiva itinerante si terrà Bosnia Erzegovina, con l'obiettivo di utilizzare lo sport come strumento di integrazione, crescita e portatore di valori universali, grazie a una valenza unica nel creare gruppo, superare insieme le difficoltà, mettersi in relazione con gli altri, superare i propri limiti (Maggiori informazioni su: www.footballnolimits.org)
 
Infine un campo di servizio alla comunità si articolerà su due turni a Bihać, in Bosnia Erzegovina, presso il campo profughi Bira, e sarà caratterizzato da attività di servizio distribuzione di bevande, socializzazione con gli adulti, attività sportive animazione. 

Un percorso che nasce nel 1998 

Terre e libertà è un progetto nato nel 1998  a favore dei minori nei paesi della ex Jugoslavia uscita dalla guerra e si è poi ampliato ad altre realtà e Paesi attraverso nuove modalità di azione.

L’educazione non formale è l’attività principale e permette di abbattere barriere linguistiche e culturali e condividere momenti di gioco, fantasia e creatività con bambini spesso abbandonati a se stessi.

L’obiettivo principale del progetto è contribuire allo sviluppo sociale dei territori attraverso l’educazione non formale (giochi e sport) ponendo l’accento sul rispetto dei diritti dei bambini e allo stesso offrire ai volontari italiani una conoscenza dei territori  e della realtà storico/sociale.

Per informazioni

Per tutte le informazioni dettagliate e le altre iniziative organizzate, per contattare l'organizzazione o iscriversi online, visita il sito www.terreliberta.org.

#TL19, che l'estate abbia inizio!

Torna in alto
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira