Menu

Percorso di lingua italiana e educazione civica per mamme straniere

Categoria
Eventi
Data
2018-02-1911:00
Luogo
Scuola primaria Niccolò Tommaseo, Treviso - Via Cavini, 20
31100 Treviso TV, Italia
Telefono
0422 56340
Email
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lunedì 5 febbraio prenderà il via un nuovo progetto nel quartiere di San Lazzaro di Treviso, rivolto alle mamme straniere degli alunni che frequentano le scuole primarie Niccolò Tommaseo e don Lorenzo Milani. Un percorso, non solo linguistico, per avvicinare queste famiglie al mondo della scuola frequentato dai propri figli.

L'iniziativa, organizzata dalle Acli provinciali di Treviso in collaborazione con il Centro della Famiglia e l'istituto comprensivo n. 3 Felissent, si articola in 10 incontri di 2 ore ciascuno e andrà avanti dal 5 febbraio al 23 aprile, il lunedì mattina dalle 11.00 alle 13.00. Gli incontri si terranno nei locali della scuola Tommaseo (via Cavini 20) e includeranno lezioni di consolidamento della lingua italiana (multilivello), integrate da contenuti di educazioni civica e attività di educazione non formale, con anche il coinvolgimento di una psicologa messa a disposizione dal Centro della Famiglia.

L'obiettivo di fondo resta quello di fornire una maggiore consapevolezza sul funzionamento del mondo scolastico, da come seguire i figli impegnati nei compiti a casa, al rapporto con gli insegnanti e alle comunicazioni scuola-famiglia, in modo da permettere una migliore e maggiore partecipazione delle mamme straniere alla vita scolastica.

Per informazioni:

Segreteria Acli provinciali di Treviso
tel. 0422 56430
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 
 
 

Altre date

  • 2018-04-23 00:00
  • 2018-04-16 00:00
  • 2018-04-09 00:00
  • 2018-03-26 00:00
  • 2018-03-19 00:00
  • 2018-03-12 00:00
  • 2018-03-05 00:00
  • 1970-01-01 01:00
  • 2018-02-19 11:00
  • 2018-02-05 11:00
 
Una famiglia deve avere una casa dove abitare, una fabbrica dove lavorare, una scuola dove crescere i figli, un ospedale dove curarsi e una chiesa dove pregare il proprio Dio

Giorgio La Pira